Il posto delle foglie. Antonio Bardino a Casa Manno

Casa Manno per il contemporaneo ha il piacere di invitarvi all’inaugurazione della mostra “Il posto delle foglie” di Antonio Bardino. L’evento, patrocinato dalla Società Dante Alighieri – Comitato di Alghero con la curatela dalla professoressa Mariolina Cosseddu, avrà luogo domenica 12 agosto con inizio alle ore 19.00 presso la sala Multimediale. L’allestimento sarà visitabile fino a domenica 26 agosto, con ingresso gratuito.

Una mostra come un giardino dismesso, uno spazio come aiuole abbandonate, le stanze del museo come i margini dimenticati di strade secondarie non più attraversate dalla presenza umana: è la scommessa (e la sfida) di Antonio Bardino a spingere lo sguardo (il nostro) dove non vorremmo, spiazzati da una natura che si riprende il proprio posto, la propria vitalità. Simulacri di una condizione silenziosa, appartata, defilata dal clamore del mondo, i fogliami schivi e incerti, in transito verso luoghi ignoti, conquistano la propria autonomia e si espandono sulla tela in un proliferare organico e necessario. In questo personale diario visivo Bardino dichiara la propria poetica con una scelta concettuale e linguistica coraggiosa, non facile e non immediatamente leggibile nella ricchezza esornativa di questi giardini senza giardinieri, di queste “malas erbas” che, a dispetto di tutto, reclamano se stesse“. Mariolina Cosseddu

Bio:
Antonio Bardino (Alghero 1973) vive e lavora a Udine.
Terminati gli studi in decorazione all’Accademia di Belle Arti di Sassari, si specializza in mosaico e si dedica alla
sperimentazione di nuove tecnologie grafiche.
La ricerca pittorica, dalle prime sperimentazioni che spaziavano dalla street-art alla bad painting, si sposta, in un
secondo momento, sull’indagine degli interni contemporanei: li svuota dalla presenza umana, li tira a lucido e li
analizza in modo clinico, utilizzando una pittura densa che si sostituisce al mezzo fotografico.
I lavori recenti riprendono paesaggi laterali e vedute evocative, dove la natura sembra volersi riappropriare degli
spazi precedentemente negati.
Tra le recenti esposizioni: “De prospectiva pingendi” a cura M. Mattioli, Palazzo Vignola, Todi; “Painters Painting
Painters staffetta di pittura” a cura di L. Boisi, MARS, Milano; “Selavatico, Pittura, Natura, Animale” a cura di M.
Fabbri, Museo Varoli, Cotignola (RA); “Gotico sardo” Crag Gallery, a cura di C. Longone,Torino; “1 Koffer Kunst”, a
cura di V. Liotti, FAR OFF Art Cologne (DK); “Into the woods”, a cura di R. Moratto, Galleria Villa Arte Contemporanea,
Monza (MB); “Casa Sponge 10. Arte e sperimentazione nel segno della collettività”, a cura di S. Ribaudo, Pergola
(PU); “Pittura italiana” CARS, Omegna (VB) a cura di L. Boisi; “Landina” Museo del Paesaggio, Palazzo Biumi
Innocenti di Pallanza (VB), a cura di L. Boisi; “Premio Rugabella” a cura di F. Carnaghi; “Paesaggi laterali” a cura di
G. Giannini Guazzugli. Sponge Arte contemporanea. Pergola (PU); “La verità dell’artificio” Villa Marini Rubelli, a cura
di C. Sala, San Zenone degli Ezzelini (TV); “Art Verona”, Galleria MLZ Art Deep, Trieste; “Cout de foudre #1” Contact
Zone Contemporary Art Gallery, Lugano, a cura di G. Cabib; “Cult of personality”, Galleria MLZ Art Deep, Trieste, a
cura di F. Lazzarini e M. Lorenzetti; “Il lavorio dell’anima”, Galleria Cart, Monza a cura di Alice Ginaldi, “Upokeimenon
(sott’acque)”, Nuovo Spazio espositivo di Casso a cura di G. D’Incà Levis e M. Lupieri, “Spotlight on Italy Collection”;
“Collections” Saatchi Gallery on line a cura di Rebecca Wilson, Londra; “Palazzo ConTemporaneo”, Palazzo
ex UPIM, Udine, a cura di Etrarte; “Premio Opera”, Ravenna, a cura di B. Buscaroli, M. Mojana, M. di Capua; “De
rerum natura”, Galleria de Faveri, LAB 610 XL, Sovramonte (BL), a cura di D. Capra; “Artverona”, Galleria Atlantica,
Verona; “Re-esistere…”, Galleria LipanjePuntin, Trieste, a cura di P. Toffolutti; “Lost in painting”, a cura di C. Sala,
Villa Brandolini, Pieve di Soligo (TV); “Vertigo 2” Galleria Atalntica Vicenza a cura di L. Meneghelli; “A Dora”, Galleria
Dora Diamanti, a cura di Micòl di Veroli, Roma; “La meglio gioventù” GC.AC Monfalcone a cura di A. Bruciati e E.
Comuzzi, “Il vuoto pneumatico e il mondo reale” Spac Friuli a cura di D. Capra, “Art Happens Now”, galleria Smartarea
Verona, Milano a cura di M. Gerosa e F. Naldi, “Music for airports”, Check Point Charlie, Another Wall Comes
Down, alla Galleria Dora Diamanti di Roma a cura di M. Di Veroli; “Pagine Bianche d’Autore FVG” a cura di T. Macrì;
“ManinFesto” Centro d’Arte Contemporanea di Villa Manin (UD) a cura di S. Cosulich e F. Bonami.

Per saperne di più
website: antoniobardino.jimdo.com/

I clienti del ristorante Sartoria del gusto avranno diritto, per tutta la durata della mostra temporanea, al biglietto ridotto (3 euro) per la visita guidata lungo il percorso espositivo di Casa Manno.

Inaugurazione domenica 12 agosto, ore 19.00
Fino al 26 agosto 2018
ven, sab, dom, lun – ore 18 > 22
Museo Casa Manno, Sala Busti e Sala Multimediale