Ritratto di Carlo Emanuele IV

tiPOLOGIA

Ritratto

TITOLO

Ritratto di Carlo Emanuele IV

AUTORE

Anonimo

ANNO

MISURE

34×47

MATERIE E TECNICHE

Olio su tela

COLLOCAZIONE

Sala 5

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

La data d’esecuzione del  ritratto di Carlo Emanuele IV non è certa ma, sudiando la fisionomia del soggetto, è plausibile che al momento dell’esecuzione egli avesse tra i 45 ed i 50 anni. È quindi probabile che la realizzazione del dipinto sia successiva alla sua ascesa al trono.

La figura del re, ritratto a ¾, si adagia su una consolle di legno dorato sulla quale sono poggiate anche le insegne del potere: la corona e lo scettro.

L’uniforme, composta dalla giacca blu ad un petto con colletto e risvolti scarlatti è decorata da una  lunga bottoniera arricchita da brandeburghi di filato d’oro; le spalline sono frangiate e le maniche adornate con quattro giri di galloni, anch’essi dorati. La sfarzosita e l’ufficialità dell’abbigliamento sono sottolineate dalla parrucca stile ancien regime e dall’onoreficenza dell’Ordine Supremo della Santissima Annunziata che il Re porta al collo, affiancata da quella di Gran Maestro dell’Ordine dei Santi Maurizio e Lazzaro.

Tuttavia l’espressione vivace e la posa disinvolta, con la mano dentro il panciotto, contrastano con l’immagine altera suggerita dall’uniforme; si ritiene infatti che il ritratto non fosse di natura ufficiale, bensì probabilmente destinato a familiari o amici.