Ritratto di Enrichetta Favetti

TIPOLOGIA

Ritratto

TITOLO

Ritratto di Enrichetta Favetti

AUTORE

L. Prevòt

ANNO

1839

MISURE

45×61

MATERIE E TECNICHE

Olio su tela

COLLOCAZIONE

testo

NOTIZIE STORICO-CRITICHE

Enrichetta Favetti de Bosses, che ci guarda dalla tela, sembra quasi voler accennare una conversazione: la bocca carnosa, lievemente increspata, gli occhi profondi ed il volto lievemente piegato verso la spalla destra accentuano questa sensazione.

L’eleganza della donna si riflette non solo nella gestualità, ma anche nel sontuoso abbigliamento: una redingote scura ornata di pelliccia e la pettinatura alla moda, coronata da un nastro dorato, che le incornicia il viso.

La perizia dell’esecutore nella resa dei giochi di luce e nella finezza del tratto è offuscata dall’ingiallimento della vernice, che si impasta nel viso e nel collo del soggetto.

Sul retro della tela si legge “Enrichetta Favetti de Bosses, moglie dell’avvocato Luigi Novelli, morta nel maggio 1852”; sulla cornice una targhetta cita “Luigi Prevòt, indoratore di S. S. R. M., Piazza Bonelli 41, Torino”, esecutore dell’opera.