Salvatore Calvia: il Risorgimento, l’arte e l’amore per Alghero

Casa Manno ha il piacere di invitarvi alla conferenza Salvatore Calvia: il Risorgimento, l’arte e l’amore per Alghero, a cura del prof. Bruno Lombardi, responsabile dell’Archivio Siotto Calvia. L’evento, con ingresso gratuito e patrocinato della Società Dante Alighieri – Comitato di Alghero, si terrà sabato 28 settembre con inizio alle ore 18:00 presso la Sala Multimediale del museo.
Centodieci anni fa, Salvatore Calvia morì da vero eroe del lavoro e del pensiero, come lo fu nei campi dell’indipendenza Italica del 1848. In ricordo del garibaldino e architetto che ebbe come culto la famiglia, l’arte e la patria“. Durante la conferenza verranno mostrati documenti della I Guerra d’Indipendenza Italiana, oltre che cimeli e carte relativi al soggiorno periodico del Calvia ad Alghero, compresi i lavori di architettura civile. Con la partecipazione del pronipote Dott. Antonio Mario Siotto Calvia.

Bruno Lombardi si occupa di poesia, filosofia, musica, letteratura, ricerca sul campo (antropologia, storia, etnografia, etnomusicologia, linguistica, documenti); conferenziere, consulente, studioso di Simbologia e Linguaggio Simbolico, scrittore fotografo (più di 200.000 immagini in possesso). Da diversi anni approfondisce un metodo narrativo basato su componimenti poetici e filosofici intrisi di un forte significato; componimenti poetico-filosofici che vanno inoltre ad ispirare studi fotografici, pittorici, antropologici e musicali. Poesia, filosofia, musica, narrativa, fotografia, si incontrano con la ricerca antropologica, teologia, pittura, storia, archeologia, creando un’analisi dell’uomo originale ed affascinante che invita ad una lettura meditativa. Non partecipa a concorsi e gare a premi di qualsiasi natura (premi di poesia, di letteratura, etc). Ricercatore indipendente in campo antropologico, con all’attivo ricerche sul campo dedicate alle dinamiche culturali della Sardegna (canti a cuncordu e tenore, confraternite, gremi, analisi di documenti antichi e non, etc). Ha all’attivo studi ed approfondimenti di: simboli e simbologia, poetica, filosofia, psicologia, sociologia, teologia, fotografia, musica, pittura, scultura, archeologia, storia, matematica, fisica, chimica; quattro libri pubblicati, 4 mostre fotografiche ed etnografiche, conferenze e convegni, due gruppi musicali, diversi progetti di ricerca sul campo. È autore e coordinatore de “La Cultura in Sardegna” e “Cuncordu e Tenore di Sardegna”, che riportano interviste, immagini, registrazioni audio e video di artisti e personaggi della cultura tradizionale sarda. È chiamato in varie occasioni culturali (musica, poesia, pittura, conferenze, dibattiti, etc) come relatore ed osservatore, ed in TV come in Radio. È nipote di Giovanni Casu di Martis, protagonista del canto Sardo-Logudorese degli anni ’20. Bruno è il responsabile dell’Archivio Siotto-Calvia:il prezioso archivio è stato valorizzato anche nelle conferenze dedicate a Salvatore, Antonino, Mario e Pompeo Calvia.Attualmente è impegnato in TV su Telegì e Telesassari: con Telegì (canale 15 digit terr) è nella veste di storico nella rubrica Aspettando i Candelieri in cui presenta i Gremi e Candelieri di Sassari e dove Matteo Sanna crea le sue pizze dedicate a loro,con la conduzione di Graziano Mura; con Telesassari (canale 622 digit terr, e su www.sassari.tv) è presente nelle due conferenze dedicate ai Calvia. Bruno è impegnato sul reimpianto della tradizione del Canto a Cuncordu a Sassari col suo progetto “Cantori a Cuncordhu di Sassari” (tra concerti, convegni, laboratori), alla promozione del sui libri e cd, collaborazioni con artisti, approfondimenti di Linguaggio Simbolico, lezioni di cultura sarda, lezioni di poetica e filosofia, organizzazione di eventi culturali, continui contatti per consulenze varie (conferenze, seminari, ricerche antropologiche sui Gremi di Sassari, altre tradizioni popolari,ricerche antropologiche sui canti a Cuncordu e Tenore (compresi “a Cuntzertu”,“a Cussertu”, “a Cunsonu”, “Cuntrattu”, “a Tasgja”).
www.brunolombardi.netIn collaborazione con Archivio Siotto Calvia e Ristorante Santa Marì

Sabato 28 settembre alle ore 18
Sala Multimediale

Casa Manno